Ungheria, nella Valle delle Belle Donne, tra infernot e Sangue di Toro

Ungheria, nella Valle delle Belle Donne, tra infernot e Sangue di Toro

In Ungheria c’è una zona vocata al vino, dove i filari si alternano a vecchie cantine e il tempo scorre lento, tra un bicchiere e una storia da condividere.

vigneti
vigneti

Valle delle Belle Donne. Che cosa vi immaginate, con un nome così affascinante? Orizzonti sinuosi, conche accoglienti, fertili e spumeggianti di vegetazione. In magiaro è Szépasszonyvölgy e, alle nostre orecchie, perde tutta la sua ammaliante fonia. La Valle delle Belle Donne è un territorio di circa 4000 ettari che si snoda attorno alla città di Eger ed è il luogo di produzione vitivinicola per eccellenza di tutta l’Ungheria. Qui i vigneti che si distendono a vista d’occhio in un ondeggiare di filari e alberi da frutta. Qui si producono i vini rossi più pregiati e i vini bianchi più robusti. E quando il sole risplende e tira vento, il panorama è degno delle Mille e Una Notte.

interno di una cantina
interno di una cantina

Le cantine che si incontrano sono vere e proprie tane scavate nel tufo di origine vulcanica, cunicoli infernali dove il freddo morde. Ricordano le case degli hobbit, piccoli fori dalle porte colorate attraverso le quali si entra chinando un po’ il capo e scendendo un paio di scalini. L’oscurità è davvero profonda. Queste cantine altro non sono se non lunghi budelli arredati con botti ed alambicchi.

I venditori indugiano sull’ingresso, immobili sulle loro sedie di paglia e in una posa precaria fra tavolini storti e bicchieri già vuoti da un pezzo.

cantine
cantine

Parlano soltanto la loro lingua ma sono abili nel vendere. Difficile uscire senza aver acquistato almeno una bottiglia o aver riempito qualche contenitore di fortuna. Di cosa? Ma di Sangue di Toro, naturalmente. Il vitigno da cui deriva è il Kadarka, importato dagli invasori turchi nel Cinquecento ma ora rimpiazzato con il più diffuso Kekfrankos. Vino ungherese doc scuro, asciutto, vellutato e assolutamente maschio. Fiamme e fuoco. Sconsigliato ai vegetariani.

 

Google Maps

Eger
https://goo.gl/maps/V42cVEqUeim

Please follow and like me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.