Ungheria Recsk, l’inferno dei dissidenti

Recsk, l’inferno dei dissidenti

Giungere a Recsk 猫 come scendere all’Inferno. Qui, tra il 1950 e il 1953, il regime comunista vi costru矛 un campo di lavoro per oppositori politici. Recsk: i libri di scuola hanno forse relegato questo paesino in un angolo della memoria, ma non chi ci vive. Gli abitanti, infatti, non hanno dimenticato. A circa 3 …

Read Article Read More

Ungheria Le architetture di Salg贸tarj谩n: ecco dove sopravvive il Comunismo

Le architetture di Salg贸tarj谩n: ecco dove sopravvive il Comunismo

Salg贸tarj谩n 猫 una citt脿 congelata in un passato filosovietico che si racconta attraverso le sue architetture monotone, spoglie e ormai in lento decadimento. Giungere a Salg贸tarj谩n dopo aver attraversato le silenziose steppe della puszta ungherse 猫 come essere catapultati in un ex mondo futuristico in pieno stato di abbandono. La citt脿 猫 dormiente, retaggio di …

Read Article Read More

Polonia Rzesz贸w, dove il monumento alle lotte rivoluzionarie non vuole cadere

Rzesz贸w, dove il monumento alle lotte rivoluzionarie non vuole cadere

E’ l’ultimo monumento polacco dell’era comunista. L’Istituto per la Memoria Nazionale lo vorrebbe smantellare ma il sindaco di Rzesz贸w si rifiuta. Un rifiuto, quello del primo cittadino di Rzesz贸w, che non ammette discussioni. Il Monumento alle lotte rivoluzionarie, ciclopico tributo all鈥檈x regime, non si tocca. Resta l矛 dov’猫, nel bel mezzo del traffico cittadino. Anzi, …

Read Article Read More

Polonia Bia艂ystok: qualcuno parla Esperanto?

Bia艂ystok: qualcuno parla Esperanto?

Polonia, seconda met脿 dell鈥800. Chi era Ludwik Lejzer Zamenhof? E dove si trovavano il Moresnet e l鈥橧sola delle Rose? E l鈥橢speranto che cos鈥櫭? Bia艂ystok 猫 giovane, frizzante e malinconica. E’ una citt脿 dove, fino agli inizi del XX secolo, prosperavano arti e saperi, mercati che profumavano di Oriente e carrozze sempre colme di viaggiatori. Peccato …

Read Article Read More