Lublino: il campo di concentramento dimenticato di Majdanek

Lublino: il campo di concentramento dimenticato di Majdanek

Sono pochi i visitatori che si spingono fin qui a visitare il campo di concentramento polacco di Majdanek, costruito a ridosso della città di Lublino.

la città di Lublino vista dal campo di concentramento
la città di Lublino vista dal campo di concentramento

Il campo di concentramento di Majdanek, nella periferia di Lublino, nella Polonia dell’est, è tra i meglio conservati di tutta la storia della Shoah, sebbene venga spesso dimenticato a discapito dei più noti Auschwitz, Mauthausen o Dachau. La particolarità di Majdanek è il suo essere rimasto tale e quale a come era stato lasciato prima della grande fuga dei nazisti, quando gli eccidi si svolgevano senza alcun tentativo di occultamento.

scarpe dei prigionieri all'interno di una baracca
scarpe dei prigionieri all’interno di una baracca

E tra tutte le baracche presenti, ce n’è una che cattura particolarmente l’attenzione dei visitatori. L’odore al suo interno è quello del cuoio, odore rancido e stantio che proviene dalle enorme gabbie di ferro posizionate nel centro e contenenti migliaia di scarpe di progionieri. Fibbie strappate, orli consumati, tacchi corrosi, punte rosicchiate. Scarpe da sera, da tutti i giorni, da lavoro e da festa; bianche, nere, colorate e di ogni misura. Ma sono quelle più piccine a scuotere maggiormente la sensibilità di chi le nota.

Qualche numero…

interno di una baracca
interno di una baracca

10 i minuti prima di crollare al suolo delle camere a gas.
41 il numero del Blocco dove avveniva l’immatricolazione e la disinfestazione.
24 le ore necessarie per bruciare 1000 corpi.
270 gli ettari di estensione dell’intero campo.
700 i gradi impiegati per la cremazione.
730 i kg di capelli tagliati.
78.000 i morti.
800.000 le paia di scarpe ritrovate.

Google Maps

Campo di concentramento di Majdanek
https://goo.gl/maps/sfzu7pMWxnD2

Please follow and like me!
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *